giovedì  12/12/2019   

 

MASSIMARIO DELLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CREMONA

archivio pubblicazioni sentenze dal 11/03/2011 al 13/12/2013

  Ricerca per argomento
Elenco sentenze

 

 

     
 
  Sentenza n. 80/1/12 del 29 marzo 2012

Sezione 1 - Cremona

 
 

 

 

ACCERTAMENTO REDDITI DI FABBRICATI - RICORSO AVVERSO CARTELLA DI PAGAMENTO

 
 
 

Il ricorrente ha impugnato la cartella di pagamento sollevando eccezioni nel merito . Il ricorso è ammesso, anche per vizi diversi da quelli propri della cartella, soltanto nei casi indicati dalla norma, non presenti nella fattispecie considerata. Ricorso respinto, rifusione delle spese di giudizio liquidate in euro 780,00.

 

Presidente: DE ANTONI GIULIO       Relatore: LAZZARI ITALO GIUSEPPE

 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 16 del 24 febbraio 2012

Sezione 2 - Cremona

 
 

 

 

IRES - IVA Compensazione di importi a credito inesistenti - Impugnabilità dell'atto impugnato - sussiste.

 
 
 

La corte di Cassazione, in base ad un consolidato indirizzo giurisprudenziale, conferma che gli avvisi di recupero di crediti di imposta sono impugnabili innanzi alla Commissioni Tributarie (Ord.7817/2011). L'inesistenza del credito illegittimamente compensato deriva dalla circostanza che la società esercita una attività ed ha una struttura organizzativa che non giustifica il maturare di crediti IVA.

 

Presidente: Vacchiano Massimo       Relatore: Picasso Antonio

 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 21 del 5 marzo 2012

Sezione 2 - Cremona

 
 

 

 

Cartella di pagamento - impugnazione - precedente avviso di accertamento divenuto definitivo - inammissibilità dell'impugnazione - sussiste.

 
 
 

E' inammissibile l'impugnazione di una cartella di pagamento relativa ad un precedente avviso di accertamento divenuto definitivo.

 

Presidente: Guarneri Attilio       Relatore: Bottoni Francesco

 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 17 del 24 febbraio 2012

Sezione 2 - Cremona

 
 

 

 

IRES - IVA Compensazione di importi a credito inesistenti - Impugnabilità dell'atto impugnato - sussiste.

 
 
 

La corte di Cassazione, in base ad un consolidato indirizzo giurisprudenziale, conferma che gli avvisi di recupero di crediti di imposta sono impugnabili innanzi alla Commissioni Tributarie (Ord.7817/2011). L'inesistenza del credito illegittimamente compensato deriva dalla circostanza che la società esercita una attività ed ha una struttura organizzativa che non giustifica il maturare di crediti IVA.

 

Presidente: Vacchiano Massimo       Relatore: Picasso Antonio

 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 36/1/13 del 22 gennaio 2013

Sezione 1 - Cremona

 
 

 

 

Avviso di liquidazione sentenza di accoglimento revocatoria atto di compravendita - Imposta di registro - sussiste

 
 
 

L'imposta di registro sulla sentenza che accoglie la revoca di atto di compravendita d'immobili, è da liquidarsi in misura fissa ( art. 8 lettere d) e e) della tariffa DPR 131/86, atteso che non sussiste trasferimento di ricchezza ma dichiarazione di inefficacia di un atto. E' erronea l'applicazione dell'art. della art. 8 lettera b) tariffa allegata al DPR 26 aprile 1986 n. 131.

 

Presidente: Rizzo Antonio       Relatore: Picasso Antonio

Riferimenti normativi: Riferimenti normativi: art. 8, comma 1, lettera b),d), e) tariffa allegata al DPR 26 aprile 1986 n. 131
 

 

 
 

 

Scarica

 
   

 

 

© 2014 Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Cremona

Questo portale è stato sviluppato da CEPAC srl