giovedì  12/12/2019   

 

MASSIMARIO DELLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CREMONA

archivio pubblicazioni sentenze dal 11/03/2011 al 13/12/2013

  Ricerca per argomento
Elenco sentenze

 

 

     
 
  Sentenza n. 45/1/12 del 23 febbraio 2012

Sezione 1 - Cremona

 
 

 

 

RICORSO AVVERSO SILENZIO RIFIUTO RIMBORSO TASSE CC.GG. - INCOSTITUZIONALITA' TASSE CC. GG. ABBONAMENTO TELEFONICO CELLULARE - NON SUSSISTE - ABROGAZIONE FONTE NORMATIVA CHE PREVEDE LA TASSA - NON SUSSISTE - DIFETTO DI LEGITTIMAZIONE PASSIVA - NON SUSSISTE - RICORSO RESPINTO

 
 
 

La tassa di concessione governativa per l'uso di “stazioni riceventi” (leggi telefoni cellulari) trova fondamento nell'esistenza di un contratto di abbonamento, documento sostitutivo che, secondo il codice delle Telecomunicazioni, tiene il luogo della licenza a ricevere prevista dall' abrogato art. 318 DPR 156/1973 ora sostituito dal “nuovo” art. 160 DPR n. 259 del 2003. Il ricorrente Comune di..., qualificato come Ente Locale, non può essere assimilato alle amministrazioni Statali non assoggettate al pagamento della tassa cc.aa.; la presunta assimilazione per analogia alla esclusione dall'IRES prevista per lo stato e gli altri enti pubblici tra cui i Comuni non sussiste per ragioni sostanziali relative al diverso ambito di applicazione della tassa di concessione governativa. Sono infondate le questioni di illegittimità costituzionale circa il presunto contrasto con l'art.23 Costituzione in quanto la tassa trova il suo fondamento in una norma primaria - artt.1 DPR 641/1972 e 21 Tariffa allegata - e circa il presunto contrasto con l'art. 3 Costituzione in quanto il caso di possessore di carta telefonica prepagata non assoggettato alla tassa non è comparabile a quello dell'abbonato. Il ricorso è respinto e data la complessità delle questioni trattate è disposta l'integrale compensazione delle spese tra le parti.

 

Presidente: DEANTONI GIULIO       Relatore: DEANTONI GIULIO

 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 63/1/13 del 18 aprile 2013

Sezione 1 - Cremona

 
 

 

 

AVVISO DI ACCERTAMENTO ED IRROGAZIONE SANZIONE IN MATERIA DI TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA - ASSENZA DI CONTRATTO - RICORSO ACCOLTO

 
 
 

La tassa di concessione governativa per l'uso di “stazioni riceventi” (telefoni cellulari) trova fondamento nell'esistenza di un contratto. E' onere dell'Amministrazione Finanziaria dare prova dell'esistenza di elementi anche di fatto su cui si fonda la pretesa di pagamento della tassa di concessione governativa, non basta una mera segnalazione avuta dal gestore.

 

Presidente: Deantoni Giulio       Relatore: Deantoni Giulio

Riferimenti normativi: Art. 2697 c.c.; Cassazionecivile, sez. trib., 23 maggio 2012 n. 8136
 

 

 
 

 

Scarica

 
   

 

 

© 2014 Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Cremona

Questo portale è stato sviluppato da CEPAC srl