giovedì  12/12/2019   

 

MASSIMARIO DELLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CREMONA

archivio pubblicazioni sentenze dal 11/03/2011 al 13/12/2013

  Ricerca per argomento
Elenco sentenze

 

 

     
 
  Sentenza n. 17/1/2012 del 15 dicembre 2011

Sezione 1 - Cremona

 
 

 

 

RICORSO AVVERSO CARTELLA DI PAGAMENTO EQUITALIA - ILLEGITTIMA FORMAZIONE DEI RUOLI - SUSSISTE ; PRESCRIZIONE - SUSSISTE; MANCANZA DI LEGITTIMAZIONE PASSIVA DEL CONCESSIONARIO - NON SUSSISTE; RICORSO ACCOLTO.

 
 
 

Le eccezioni rituali formulate dalla resistente Equitalia Esatri non sono fondate in quanto: 1) L'eccezione di inammissibilità fondata sulla mancata indicazione dell'autorità giudiziaria investita è respinta in quanto il ricorso è indirizzato senza incertezze sul punto alla Commissione Tributaria Provinciale di Cremona soddisfando il requisito 2) sul tema di impugnabilità dell'atto consequenziale l'omissione della notificazione di un atto presupposto costituisce vizio procedurale che comporta la nullità dell'atto consequenziale notificato e tale nullità può essere fatta valere dal contribuente mediante la scelta o di impugnare, per tale semplice vizio l'atto consequenziale notificatogli 3) L'azione può essere svolta dal contribuente nei confronti dell'ente creditore o del concessionario a suo insindacabile giudizio; il concessionario ha la facoltà di chiamare in causa l'ente creditore, e in mancanza risponde delle conseguenze della lite. Il concessionario non può sottrarsi all'azione intentata dal ricorrente opponendo la propria carenza di legittimazione passiva a prescindere dal tipo di doglianze formulate contro l'atto dal ricorrente. Nel merito opera in tre anni la prescrizione del diritto dell'amminsitrazione a riscoutere la tassa automobilistica. Il ricorso è accolto. Non vi è luogo a provvedere sulle spese non avendo il ricorrente sostenuto spese in quanto sta in giudizio personalmente.

 

Presidente: DEANTONI GIULIO       Relatore: CAPODAGLIO GIUSEPPE

Riferimenti normativi: artt. 4, 18 II comma, lett.a e 19, III comma d.lgv. n. 546 del 1992; sent. 16412 del 25/07/2007 Cassazione civile; art. 40 D.P.R. 43/1988, art. 39 D.lgs. 112/1999;art 5 d.l. n°953 del 30/12/1982
 

 

 
 

 

Scarica

 
     
 
  Sentenza n. 26/3/2012 del 26 gennaio 2012

Sezione 3 - Cremona

 
 

 

 

TASSA AUTOMOBILISTICA - NATURA ERARIALE - POSSIBILITA' DI CONDONO - SUSSISTE

 
 
 

Essendo lo Stato competente in via esclusiva in relazione alla disciplina sostanziale della tassa automobilistica, la stessa deve ritenersi avere natura erariale. Alle regioni a statuto ordinario è infatti demandata unicamente l'attività amministrativa connessa con la riscossione nonchè un limitato potere di variazione dell'importo dovuto. Ne consegue la possibilità di condonare gli importi iscritti a ruolo per tasse automobilistiche.

 

Presidente: ROSSI       Relatore: GALLI

Riferimenti normativi: Corte Costituzionale, sentenza 296/2000
 

 

 
 

 

Scarica

 
   

 

 

© 2014 Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Cremona

Questo portale è stato sviluppato da CEPAC srl